E-DETECTIVE. Il caso dell’energia scomparsa

In collaborazione con l’Istituto di sostenibilità applicata all’ambiente costruito (ISAAC) della SUPSI, la nostra sede partecipa al progetto didattico “E-DETECTIVE. Il caso dell’energia scomparsa” .

Il pacchetto didattico, convalidato dal Gruppo di esperti di scienze naturali (GESN), è stato realizzato per conto del programma federale SvizzeraEnergia con l’obiettivo di fornire alle classi di IV media uno strumento didattico mirato sul tema dell’energia.

Aspetto innovativo di questa iniziativa è il suo approccio di “cittadinanza attiva”: attraverso la realizzazione da parte degli allievi di una diagnosi energetica del proprio edificio scolastico, i ragazzi vengono avvicinati alla problematica energetica in modo partecipativo. Le azioni di risparmio energetico elaborate dai ragazzi durante il progetto vengono poi avanzate alla Sezione della Logistica del Cantone, che presenzia all’incontro di chiusura del progetto per prendere atto delle proposte e dei dati rilevati da parte dei ragazzi.

L’intento è quello di:

  • facilitare la comprensione dell’energia nelle sue diverse forme
  • accrescere comportamenti più sostenibili a scuola
  • educare alla “cittadinanza attiva”
  • ridurre i consumi energetici della scuola

 

Il progetto comprende 3 moduli tematici (Detective Sole; Detective Termo; Detective Electro) di mezza giornata ed un evento conclusivo (Chiusura del caso).  E’ inoltre possibile organizzare una giornata aperta al pubblico, durante la quale gli alunni presenteranno i risultati e le proposte da loro elaborate a genitori, Direzione scolastica e all’autorità cantonale.

Grazie alla sua natura interdisciplinare E-DETECTIVE è ben inserito nel nostro progetto educativo di sede (PEI). Pertanto, le attività proposte offrono utili spunti per lezioni di:

  • scienze
  • geografia
  • storia e civica
  • italiano

 

Per ulteriori informazioni rimandiamo al Flyer di presentazione allegato.

AllegatoDimensione
e-detective-flyer-a4.pdf3.6 MB